2015 #LondonCalling day 34

Poi capita che a Londra ti incontri con un’amica Italiana. Un’altra. Perchè Londra è anche questo. Ciao Diana, goditi Londra! 

Lo sapete che a Londra si respira già un po’ di Natale? Selfridges ha già aperto il reparto con le decorazioni (un’amica dall’Italia mi ha avvertito con richiesta di fare un periscope !) 

Enjoy Christmas preview :)) 

(Ho aspettato dopo ferragosto a farvi vedere il Natale. Si sa che dopo ferragosto è subito Natale !)

   
  

Le decorazioni a forma di uccellino saranno il must have delle feste quest’anno!!
 
   
    
   

  

  

  

  

  

  

  

 

Ovviamente non mi sono limitata a visitare la zona natalizia, Selfridges ha il reparto scarpe più grande d’Europa: let’s go then!  

   
   

    
 
Tutte scarpe stupende ma l’abbinamento con la mia tazza l’ho trovato con una scarpa made in Italy 

   

{qualcuno mi ha scritto “vorrei vederti quando tiri fuori la tua tazza e fai le foto” … ihihih io mi diverto 😂 di solito chi è con me si vergogna 😂}

 

2015 #LondonCalling day 32-33

Un pranzo in un pub a Notting Hill?

   
    
    
 
Mi godo questi momenti ben consapevole che sono molto fortunata a poter stare nella mia nazione/città preferita per tanto tempo, non do nulla per scontato e sono molto grata. Mi assaporo ogni istante di questi ultimi giorni. Rivedo le stesse cose tante volte eppure non smetterei mai di guardarle. 

Felice. Grazie.

  

2015 #LondonCalling day 30-31

Tornati a Londra. Casa, valigie, Portobello (perchè non posso resistere anche se ci sono sempre, averlo sotto casa è irresistibile e tra una lavatrice e l’altra è il passatempo perfetto), spesa

I bimbi dopo tanto girare in Scozia hanno voglia di stare in casa e anche trascinarli fuori per fare la spesa è una fatica. Io friggo.

   

Una cosa a cui non riesco a resistere mentre passeggio nelle zone residenziali di Londra? Spiare dentro le case …

    
 
Se dalla strada si vede fino in bagno fai bene, anzi benissimo, a mettere delle super mattonelle a specchio; le vedete?

   

 
Per fortuna anche andare a fare la spesa puó diventate una gioia per gli occhi a Londra. Mia figlia è intollerante al latte e i vari latte di riso, soya e capra che trovo nei supermercati più comuni non la soddisfano. Qual’è il supermecato più cool di Londra? Whole Food !

Guardate la sala dei formaggi! Io vorrei farvi sentire il profumo che ti assale quando apri quella posta scorrevole… 

 
Le spezie: tutte quelle che puoi immaginare e quelle che neanche immagini 

   
È su 2 piani e accanto alla scala mobile delle persone c’è la scala mobile dei carrelli! 

 
Centrifugati fatti ed imbottigliati
  
  

È tutto esposti in maniera impeccabile…
 
Noi siamo usciti con tutti i tipi di latte alternativi che abbiamo trovato: una volta trovato il preferito potrò concentrare le mie ricerche anche a casa.

Dopo Whole Food siamo tornati a casa attraversando Holland Park 

    
  

E la strada verso casa è piena di meraviglie
 

  

  

  

  

2015 #LondonCalling day 29 StaffordShire

Nel viaggio di ritorno dalla Scozia abbiamo fatto una tappa nello Staffordshire. 

Da tanti anni collaboro con una vecchia pottery che produce ancora ceramiche come ai vecchi tempi. 

 

Tanto tempo fa mi sono intestardita: non credevo possibile che nella regione in cui ci sono tutte le produzioni di porcellana, ceramica e tutti i marchi più noti delle porcellane inglesi non ci fosse qualcuno che ancora producesse senza essere una spa. Ho passato diversi giorni a visitare TUTTE le aziende una per una. Lista e cartina alla mano (il tom tom non esisteva !). Ho visto fabbriche enormi. Scantinati con forno. Noti punti vendita con produzione trasferita nell’altra parte del globo. La maggior parte delle fabbriche oggi produce linee semplici per hotel e ristoranti. Qualche nome noto hanno linee molto moderne e anche se molto apprezzate e collezionate dagli inglesi sono molto lontane dal mio gusto più classico e da quello che stavo cercando. Poi finalmente ho trovato questa vecchia pottery. Forme classiche e decori floreali. Amore a prima vista. Non sono in tanti a lavorarci e non sono tante le forme di terraglia che realizzano; ma è fantastico vedere come le fanno. Non è una grande industria automatizzata e questo ai miei occhi è un pregio.

Ecco alcune foto per farvi capire: 

   
Le ceramiche escono così dagli stampi: 

    
    
    
 
Dopodiché le ceramiche sono da decorare: ci sono scaffali pieni di decalcomanie 

   
E dopo avere applicato la decorazione le ceramiche tornano in forno per fissare il tutto 

 
  

 

Tutte queste cassette sono piene di ceramiche …. 

E poi ci sono gli scaffali ….

  
   
Teiere ne abbiamo? …sembrano tanti soldatini in fila 😃 l’esercito del tea 😃

 
Questa è la pottery con cui lavoro io da anni.  

 
La loro produzione è limitata nelle forme: teiere, caraffe, brocche, piccoli vassoi, mug, cachepot, alzatine e poco altro. Un pregio o un difetto? Una particolarità. Un tempo facevano anche i piatti: il servizio con le rose che spesso uso a casa è loro; ma poi hanno smesso. Ho ancora una lista di una decina di persone che li avevano visti e non comprati che ancora sperano e aspettano. Io ogni anno chiedo e loro ogni anno mi rispondono di no.  

Ogni tanto torno nello Staffordshire, vado a trovare di persona i miei omini che fanno le teiere e le ragazze che decorano le ceramiche e cerco se ci sono altre fabbrichette ma ogni volta trovo sempre meno piccoli produttori e grandi imprenditori sempre più grandi. 

  

Lo StaffordShire per lo più è grandi industrie e prodotti per la ristorazione.

  
 

2015 #LondonCalling day 27

Lago di Loch Ness

Un posto che era nella wish list dei posti da visitare da sempre. Ancora prima di innamorarmi dell’Inghilterra, perchè ero una bambina quando seguivo in televisione le ricerche di Nessie e da allora era nella mia testa. Ma ho scoperto che era ancora di più della testa di mio marito. Nonostante l’aspettativa fosse tanta è stato ancora più bello di quello che pensavamo. 

Il lago enorme. Le montagne. Il verde. Il castello di Urquhart. L’atmosfera. I ruscelli. Strade. Ponti. Paesini. 

Ah, ho provato ad attirare Nessie con la mia tazza ma non si è fatta viva.

   
    
 
    
    
    
    
 

Torneremo in questi posti. Promesso!

2015 #LondinCalling day 26

Dopo un’abbontante colazione a Tillmounth Park e un’ultima seduta in quel salotto della mia epoca siamo partiti verso la Scozia.

Unica sosta a Blair Castle in cui peró non si potevano fare foto e perció ecco il link per qualche immagine.  

 Blair Castle è in mezzo alle HighLands, tra boschi infiniti. E sembra che abbiano conservato i trofei di caccia di buona parte dei 700 anni di storia del castello: teste di cervo sono appese in tutti i corridoi, lungo le pareti delle scale e nei saloni. Corna e fucili. Tanti quanti non potevo neanche mai immaginare ! Non credo centinaia, direi migliaia. Del resto che passatempo e cibo potevano avere in mezzo a tutti quei boschi? 

Le 2 foto che seguono le ho prese dal web per darvi un’idea 

   
Oltre a corna fucili tante collezioni: sigilli, tabacchiere, madaglie massoniche, boccali in corno, … Tutti oggetti da collezionismo… maschili. 

Dopo questo viaggio ogni volta che vi proporrò un oggetto potrei aggiungere “….come quelli che ho visto nel castello/museo tal dei tali” 

C’era anche un servizio di tazze del 1880 in finissima porcellana, orientali, quasi trasparenti. Esposto con orgoglio su un tavolo al centro di una sala. Ecco ne ho un ripiano pieno in uno scaffale ma non li propongo mai… Recupererò anche questo! Vedere oggetti come i miei in musei/castelli è sempre molto strano all’inizio, ma gratificante man mano che ci ragiono.

Finita questa tappa abbiamo continuto ad attraversare le Highlands fino ad arrivare ad Inverness, la nostra destinazione era poco distante: un B&B vicino al castello di Urquhart

Finalmente siamo arrivati. 

Ci aspetta un nuovo giorno: piccoli alla ricerca di Nessie e grandi alla scoperta di un posto che abbiamo aspettato troppo per visitare ma che non stava assolutamente deludendo le nostre aspettative. 

2015 #LondonCalling day 25 Tillmounth Park

Dopo aver lasciato York siamo partiti in direzione Scozia !

…un lungo viaggio. Meglio fare una tappa, soprattutto se con dei bambini… Inizialmente volevo fermarmi ad Edinburgo ma, visti i tanti festival in questo periodo e non essendomi io organizzata per tempo, ho rinunciato. Girando nel web ho trovato un sito con alloggi wow: castelli, cottage, … insomma un sogno. Ho così deciso di sostituire la tappa ad Edinburgo con una notte in una residenza da sogno: Tillmouth Park Country House

We leave York and our direction was Scotland!

…a long journey. Better to make a stop, especially when travel with children …  I wanted to stop in Edinburgh but, as there are many festivals in this period and I Have not organized the trip in advanced I gave up. In the web I found a web site with accommodation wow: castles, cottages, …  a dream !!  So I decided to change the visit to Edinburgh with a night in a dream home: Tillmouth Park Country House.

  
   
  

Ho passeggiato nel parco intorno alla villa

I walked in the park around the house

  

Ho cenato e fatto colazione in quel tavolo al centro dellastanza

I had dinner and breakfast in the table in the middle of this room

 
Ma c’è chi ha avuto un tavolo ancora migliore…

But someone had even a better table… 

  

Ho dormito in un letto a baldacchino in una stanza con le tende a fiori e la carta da parati

I slept in a canopy bed in a room with flowery curtains and wallpaper

  
  
Sono stata seduta in questo salotto sognando la vita di un tempo 

I been sit in this living room dreaming the daily life of the past 

  
   Ho guardato i miei ragazzi giocare a biliardo

I looked my boys play at billiards 

    
  

   
Una casa da sogno. Per me che sogno le dimore storiche, che le vado a cercare e visitare. Viverla è stato realizzare un sogno.

This house is a dream. For me that I dream historic houses, that I’m go to search and visit them. Stay in this house it’s been a dream become true.

2015 #LondonCalling day 24 York

Il secondo giorno a York ho visitato un museo in cui è riprodotta la vita vittoriana. Case, negozi, strade, … mi sembrava di essere finalmente nell’era in cui mi sento di appartenere. E vedere in un museo gli oggetti che io ho in mano tutti i giorni è stato… Strano. Bello? Lusinghiero? Non lo so, mi faccio tante domande come sempre; certo ai più non interessano ma per me cercare, trovare, possedere, far possedere queste meraviglie è la mia vita. In esperienze come queste ho delle conferme che mi danno la carica per affrontare il prossimo anno di lavoro.  

The second day in York I visited a museum in York where I saw the Victorian life. Homes, shops, streets, … it seemed to finally be in the age where I feel I belong. And, to see in a museum objects that I hold every day was … strange. Beautiful? Flattering? I do not know, I maje myself a lot of questions as always; certainly the most of the peoplendon’t care about this era and object, but… but not for me: hunting, try, find, possess, to make possess these wonders is my life. In experiences like these I have confirmations that give me the energy to face the next year’s work. 

    
    
    

In questa riproduzione della vita vittoriana c’era prima una parte con le varie stanze della casa, gli usi, vestiti, documentazione sulle “attrezzature” per le nascite, memorabilia reale, i mestieri e tutto ciò che poteva catapultarti all’800. Infine c’era una zona con una fedele riproduzione di una strada, negozi e persone in costume. I miei bambini hanno cercato topi in cambio di un cioccolatino. E mentre passavo da una vetrina all’altra i rumori, le luci e anche gli odori erano vittoriani ! Rumore di pioggia, carrozze in corsa, cavalli e vociare. Gli odori? In una zona c’era un forte odore di urina; sgradevole ma veritiero.  

In this reproduction of Victorian life there was a part with the various rooms of the house, customs, clothing, documentation on the “equipment” for births, royal memorabilia, crafts and all that could catapult in the 1800. Finally there was an area with a faithful reproduction of a road, shops and people in costume. My kids tried mice in exchange for a chocolate. And as I went from one window to another, noises, lights and even the smells were Victorians! Sound of rain, carriages racing, horses and shouting. Smells? In one area there was a strong smell of urine; unpleasant but true.
  
   
    
    
    

    
   

Ho anche visitato una dimore storica parte del National Trust inglese (ma quanto adoro aggirarmi per quelle stanze così ricche di storia??) 

I also visited a historic house part of the English National Trust ( how much I love to see those rooms so rich of history ??)

   
    
    
    
    
 
  
Abbiamo concluso la giornata con una caccia ai fantasmi !! 

We finish our day with ghost hust !! 

    
   
 

Siamo stati solo 2 giorni a York, ci è piaciuta molto e vogliamo tornarci. 

Di sicuro la raccomando a chi fa un viaggio in Inghilterra perché io a York ho trovato un vecchio angolo di Regno Unito che mi è entrato nel cuore.
We stay only two days in York, we liked a lot and we want to go back. 

Certainly I recommend York to who make a trip in England because in York I have found an old corner of the United Kingdom that now is in my heart. 

Sorry for my poor english 😂 

  
 

 

2015 #LondonCalling day 23 York

York. In tanti mi avevano consigliato di venire a York. Chi lo ha fatto mi conosce … È meravigliosa: stradine vittoriane, case e castelli storici, negozi e vetrine come non ne vedevo da tanto tempo. Insomma un vero salto nel passato e per un’addicted della vecchia Inghilterra questo posto è davvero 🔝🔝. Lo consiglio ASSOLUTAMENTE ! 

Io ho girato e rigirato le stradine del centro storico 

Many of my English friends suggest me to come to York … How well they know me! I just love this city. I love the little streets, i love the so cute shops, i love the atmosphere, i love the houses, i love everything i think… York it’s like to jump in the past and i recomanded this city to all the lovers of english old life, vintage addicted like me. 

I spent many time in the city centre

  

  

  

  

  

  

  

  

  

  

  

  

  

  

    

   
   
 
Come prima cosa ho visitato Clifford’s Tower  
First I visited Clifford’s Tower