Il mercatino per loro

In Inghilterra i bambini ci hanno seguito in tutti i nostri giri.
Un po’ per stimolarli nelle giornate lunghissime un po’ per emulazione anche loro hanno cercato delle cose che gli piacevano, le hanno comprate ed ora le stanno preparando per portarle al mercatino di sabato e domenica
Io non vedo l’ora di vederli allestire il loro banchetto
Stasera abbiamo preparato i loro oggetti

IMG_1757.JPG

IMG_1760.JPG

IMG_1763.JPG

IMG_1756.JPG

IMG_1764.JPG

IMG_1762.JPG

2014 London day 24 Buckingham Palace

Anche quest’estate l’ultimo caffè a Londra nella mia tazza l’ho preso a Buckingham Palace !!!!
Ho visitato (rivisitato…) il palazzo e alla fine, nel giardino (parco) interno dove c’è allestito un gazebo abbiamo mangiato qualcosa e preso un caffè.
Spettacolo !!!

Even this summer the last coffee in London in my teacup it’s been at Buckingham Palace !!!!
I visited (revisited …) the Palace and then, in the garden (park) where there is a gazebo we had a luch and I had a coffee too.
Fantastic !!!

IMG_1110.JPG

IMG_1040.JPG

IMG_1111.JPG

IMG_1045.JPG

IMG_1113.JPG

All’interno di Buckingham Palace c’è una mostra sui bambini che hanno vissuto a palazzo: la regina e i suoi figli principalmente.
Foto, video, giochi, vestiti, etc…
È in occasioni come queste che mi rendo conto che chi come me fa il mio lavoro (antiquario) è talmente abitato a maneggiare cose bellissime e rare che alle volte si danno per scontati oggetti rari se non unici.
Un po’ come tutti noi italiani che siamo così abituati all’arte, ai monumenti, le chiese antiche, le città storiche, etc….
Finché non andiamo all’estero e ci facciamo abbindolare dalla maestria di vendere degli stranieri che ci propinano 2 mattoni mezzi nuovi e sembra che abbiano chissà cosa…. Quando invece noi abbiamo così tanto …
Oggi in mostra ho visto oggetti che ho od ho avuto.
Loro quegli oggetti li hanno anche pubblicati sul libro della mostra.
La macchinina che usava Carlo negli anni ’50 per esempio

Inside Buckingham Palace there is an exhibition about The life of children who have lived in the Palace: the Queen and her children mostly.
Photos, videos, games, clothes, etc …
I realize that people like me, who do my job (antique dealer) is used to handle things so beautiful, rare and unique.
Same for all The Italians: we are so used to the art, monuments, old churches, historic towns, etc ….
Until when we go abroad and we see how foreign well propose us 2 bricks nearly new … To us …. we have so much more history then they…
Today at the exibition I saw objects that i have or have had.
The car that Charles used in the 50s when he was a child

IMG_1101.JPG

Anche i miei bimbi si sono divertiti da pazzi con una macchinina uguale a quella.

Even my kids had a lot of fun with a car like Charles’s one

IMG_1115.PNG

Me l’hanno chiesta per anni dopo che l’ho venduta…
Lo so… Lo so… Potevo tenerla un po’… Ma non posso tenere tutto… Solo quello per cui riesco a trovare uno spazio … Più o meno… Ci sono periodi in cui ho gli scatoloni per casa con cose in stand-by che devo decidere se me ne posso staccare…

Ecco, per esempio, una cosa che ho in stand-by in garage da 9 anni …
La carrozzina come quella del principe Andrea
Quando l’ho trovata ero incinta
Un segno del destino, no?
Un paio di volte l’ho usata
…ma solo perché io vado in giro con un furgone non con la macchina…

They asked me this car for years after I sold it …
I know … I know … I could keep it a bit more… But I can not keep everything … I can keep only what i find a room for … More or less … Sometimes I have boxes at home. Boxes full of things in stand-by : I have to decide if I can do without and sell it or i have to keep it…

For example, one thing I have in stand-by in the garage from 9 years is the same pram of Prince Andrew had
When I found it I was pregnant
A sign of destiny, i thought
I used it few times
… But only because I drive a van, not a car …

IMG_1103.JPG

Da qui ho recuperato solo questa foto di mio figlio in quella carrozzina, ne aggiungerò quando torno …

IMG_1116.JPG

È un oggetti simbolo degli anni 50/60.
L’avevo vista anche alla mostra dei 150 anni dei grandi magazzini John Lewis come oggetto di design degli anni ’50.
La producono ancora e proprio oggi ne ho vista una per strada:

It is a icon objects of 50s and 60s
I had also seen one in the exhibition for The 150 anniversary of John Lewis department as a design object of the 50s.
This pram Is still made and just today I saw one in the street:

IMG_1117.PNG

Anche se certi oggetti mi emozionano sempre alle volte si corre il rischio di abituarsi …

Even if some objects always exciting me sometime i risk to be used at beauty …

Chi viene a Londra dovrebbe approfittarne per vedere l’interno del palazzo reale, le sale di rappresentanza etc
La mostra c’è solo in estate quando la Regina si trasferisce in altre residenze

Who comes to London should take the opportunity to see inside to the Royal Palace
The show is only in the summer time when the Queen moves to other residences

IMG_1118.PNG

Emily, 7

7 anni di te, di noi
La bimba che ho sempre desiderato

20140630-225349-82429312.jpg
Questi vassoi scrivibili mi piacciono proprio tanto…

20140630-225452-82492835.jpg
Eccoti stamattina con il cappellino arrivato per posta dall’Inghilterra

20140630-225613-82573656.jpg

Stasera una tortina (2 tortine… Anche a non chiamare nessuno siamo sempre almeno 15 e non ci piacciono le porzioni piccole…)
L’hai scelta tu a forma di cuore

20140630-230004-82804975.jpg

20140630-230058-82858156.jpg

20140630-230058-82858725.jpg

20140630-230059-82859082.jpg

20140630-230058-82858442.jpg

20140630-230232-82952337.jpg

20140630-230336-83016167.jpg
La mia bimba di giugno
Dovevi nascere il 20 luglio
Ti volevo iscrivere dove accettano solo i bambini nati i primi 6 mesi dell’anno, non oltre.
Tu hai ascoltato le mie richieste ed il 30 giugno sei arrivata.
Precisa da sempre.
Io e te ci siamo sempre capite con uno sguardo
Siamo complici ed è bellissimo

Ciao Giugno

Conoscevo una nonnina inglese nata in questo stesso giorno…
Era tremenda e fantastica. Un giorno vi racconterò di lei.
Ciao June

Il loro primo mercatino. Parte 1

Oggi il loro primo mercatino
Abbiamo cercato di coinvolgerli nel nostro impegno lavorativo: il mercatino nella nostra città
Alcuni giorni fa gli abbiamo fatto scegliere degli oggetti
Ed è stato interessante vedere la diversità delle scelte, sentire i ragionamenti ed i commenti.

20140628-214409-78249942.jpg

Con i loro soldini hanno pagato gli oggetti scelti
Hanno preparato gli adesivi con il loro nome (sia mai che vengano confusi) ed il prezzo di vendita per ogni oggetto.
Hanno preparato la scatola. Lui ha semplicemente messo dentro gli oggetti.
Lei li ha meticolosamente imballati uno ad uno.

20140628-214818-78498100.jpg

Ieri sera prima hanno preparato borsetta e borsello da tenere a tracolla con le monetine per dare i resti. Lui ha contato il fondo cassa per poi fare la differenza e sapere quanto avrebbe incassato. Lei ha aggiunto un quadernino per scrivere le sue vendite. Non ha contato i soldini nella borsetta.

Stamattina :
sveglia alle 5,15 senza un lamento, vestiti e fatta colazione in 15 minuti.
Alle 6 eravamo in Piazza.
Come gli era stato intimato chiesto hanno aspettato zitti e fermi sul furgone che noi montassimo gazebo, banchi e scaricassimo tutto.

A quel punto hanno potuto iniziare ad aiutarci aprendo le scatole e scartando gli oggetti.
Poi finalmente hanno allestito i loro banchetti
Uno per uno
Lei aveva nella sua borsetta delle perline, un fiocco, un nastro ed un orsetto per decorare il suo banchetto. Ha scartato e sistemato con cura ogni oggetto.
Lui ha messo giù gli oggetti come capitavano e gli andavano già bene così.

20140628-221207-79927617.jpg

20140628-221226-79946932.jpg

20140628-221242-79962689.jpg

20140628-221335-80015783.jpg

Lui ha subito iniziato a vendere.
Lei ha dovuto aspettare un pò…
Qualche conoscente e cliente che ha capito la situazione ha comprato un pezzo a lui ed uno a lei.
Loro felici.
Prendevano l’oggetto, lo imballavano, lo mettevano in una sportina, prendevano i soldi e davano il resto.
Lui fa i conti più velocemente di me.
Lei chiedeva a noi od al fratello un aiuto con i soldi.

Nei tempi morti lei mi ha messo la corda ai tag, scritto ed attaccato dei prezzi, pulito con un fazzollettino degli oggetti che le sembravano sporchi.
Lui giocava con il tablet.

Lei ha visto 2 oggetti che le piacevano tra i miei in vendita.
Mi ha portato un soldo per oggetto se li è incartati e preparati da portare a casa.

Nelle ore più calde li ho fatti andare a casa da mia madre dove sono letteralmente crollati

Al loro ritorno hanno voluto sapere se, cosa, a quanto, e a chi avevamo venduto qualcosa dei loro oggetti.

Oggi è finito.
Domani ci aspetta un’altra giornata.
Grazie a chi ci è venuto a trovare oggi e a chi verrà domani.

Per me oggi è stato: infinito orgoglio, commozione e felicità.

20140628-225616-82576674.jpg

20140628-225617-82577300.jpg

20140628-225616-82576985.jpg

20140628-225617-82577543.jpg

20140628-225617-82577903.jpg

Casette pan di zenzero

Nel mio ultimo viaggio a Londra ho preso il kit per fare le casette di pan di zenzero
Non vedevo l’ora di vedere cosa avrebbero combinato i bimbi
Eccoli all’opera

20131209-222349.jpg

20131209-222354.jpg</a
Ed ecco il risultato
Su un vassoio in Sheffield con manici
Nonostante le casette al centro del vassoio si può ancora vedere la mia iniziale

20131209-222628.jpg

20131209-222635.jpg

20131209-222640.jpg

20131209-222645.jpg

20131209-222651.jpg

20131210-204131.jpg
Ma il merito è tutto di Giancarlo : il nostro Super babysitter
L’anno scorso ha fatto una casetta enorme (senza kit eh! Tutta da solo. Bè, certo, con l’aiuto dei bimbi…. Lui è cuoco… Lui)
Così quest’anno ho preso il kit per facilitargli l’opera … Ma credo di aver offeso il cuoco che è in lui …